SOLIDARIETÀ’ A MARIO ROGGERO GIOIELLIERE DI GRINZANE

PIENA SOLIDARIETA’ A MARIO ROGGERO. QUANTO ACCADUTO CI RICHIAMA A UNA RIFLESSIONE PROFONDA SULLA NOSTRA SOCIETA’

Ho voluto aspettare un giorno prima di scrivere, a mente fredda, qualche pensiero su quanto accaduto a GrinzaneCavour, dove Mario Roggero, gioielliere noto in zona, ha sparato e ucciso due rapinatori che tentavano il colpo al suo negozio.

Non è la prima volta che Mario subisce una rapina con violenza personale, e il suo atto va considerato a pieno titolo come legittima difesa. La vicinanza e la solidarietà dimostrata dalla comunità cittadina è la prova di un legame profondo e radicato che unisce i nostri territori e i suoi cittadini. A lui e alla sua famiglia va tutto il mio sostegno umano.

Ed è vero anche che mi sento di rivolgere una preghiera per le vittime, perché non ci sono morti meno degne di altre, e perché dietro ogni persona c’è una storia che va rispettata.

È un episodio che deve richiamarci a una riflessione profonda sul disagio che molte famiglie e persone si trovano a vivere dallo scoppio della pandemia e che, inutile nasconderselo, ci accompagnerà per un lungo periodo. Per questo penso sia fondamentale partire dai piccoli gesti quotidiani, di vicinanza e ascolto del prossimo, di solidarietà e aiuto reciproco, perché ne usciremo più forti solo se uniti, come comunità operosa e cittadini del nostro Piemonte.

GiannaGancia