MIGRANTI: CONFERENZA SUL FUTURO DELL’EUROPA SIA OCCASIONE PER RISCRIVERE IL REGOLAMENTO DI DUBLINO III

 

MIGRANTI: CONFERENZA SUL FUTURO DELL’EUROPA SIA OCCASIONE PER RISCRIVERE IL REGOLAMENTO DI DUBLINO III

Nelle ultime 24 ore sono sbarcati a #Lampedusa oltre 2000 migranti, che si sommano a più di 13000 persone arrivate sulle coste italiane dall’inizio dell’anno. Numeri in netto aumento rispetto ai due anni precedenti, che testimoniano, da un lato, che la pandemia ha fortemente accentuato il fenomeno migratorio e, dall’altro, che poco o nulla è stato fatto per trovare una soluzione europea al problema.
Per questo è fondamentale che la ConferenzasulFuturodellEuropa non si riduca ad una passerella di opinioni e idee che abbiamo già sentito in passato, ma ponga sul tavolo riforme radicali per l’Unione: tra queste, priorità assoluta va data alla riforma del regolamento di Dublino III che disciplina la ripartizione tra migranti nei Paesi europei. Non basta più la solidarietà tra Paesi, che alla meglio si rivela essere un palliativo temporaneo, ma serve un meccanismo di ripartizione vincolato all’erogazione di fondi. Lo si è fatto in tempi eccezionalmente brevi per il Recovery, si può pensare di farlo per Dublino III.

GiannaGancia