GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE DONNE

La Giornata Internazionale delle Donne sia quest’anno l’occasione per ribadire la centralità della figura femminile nelle nostre società europee. Il percorso per giungere alla parità di genere è ancora lungo e pieno di insidie. Ma anche se la via è stretta va percorsa coniugando l’azione politica alla cultura del rispetto e all’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze, partendo dai modelli positivi e dai ritorni in termini economici e sociali generabili. In questa direzione ritengo si stia muovendo, almeno negli intenti, l’Unione Europea attraverso la strategia per la parità di genere 2020-2025 e la proposta di una legge europea contro la violenza. L’equità di genere – accesso alla formazione e al lavoro così come la parità di stipendio – è fondamentale anche per contrastare la violenza contro le donne e aumentare la consapevolezza se accompagnata da interventi legislativi ad hoc e mezzi per l’osservanza degli stessi e dall’educazione civica e sentimentale coinvolgendo gli uomini nel processo di cambiamento. Ora bisogna andare avanti insieme con coraggio di agire e senso di responsabilità ai massimi livelli istituzionali.