INDAGINE PORTE GIREVOLI

L’avvio di un’indagine sulle cosiddette ‘porte girevoli’ a livello europeo da parte dell’Ombusman europeo Emily O’Reilly è una buona notizia per i cittadini dell’Unione.
Il passaggio di una figura istituzionale da un ruolo nella Commissione europea al settore privato può portare a gravi conflitti di interesse, ed è pertanto giusto mantenere alta la guardia. Come relatrice per il mio gruppo in Commissione Petizioni sul fenomeno delle ‘porte girevoli’, ho già avuto modo di esprimere la mia condanna verso una condotta che mina alle fondamenta la fiducia dei cittadini europei nelle istituzioni comunitarie. Come Lega abbiamo poi recentemente sollevato il caso di Carles Esteva Mosso, che dall’Antitrust Ue e dalla poltrona di vice direttore generale per gli aiuti di stato nella DG Concorrenza della Commissione Europea è andato direttamente in uno studio legale che si occupa proprio di aiuti pubblici a Lufthansa. Il mio impegno sarà sempre massimo per chiedere trasparenza e responsabilità delle istituzioni nei confronti dei cittadini che rappresentano.
Gianna Gancia