FEDEZ NON E’ AL DI SOPRA DELLE LEGGI

FEDEZ NON È AL DI SOPRA DELLE LEGGI. HA VIOLATO LE NORME #RAI SULLA COMUNICAZIONE POLITICA

Non mi sono mai unita al coro di coloro che criticano Fedez e la Ferragni, perché in una società libera vi sono necessariamente modelli di vita e di pensiero diversi, e spetta alle singole persone decidere a quali aderire.

Nel rispetto, ovviamente, dei principi costituzionali e delle leggi. “Non si devono tollerare gli intolleranti”, come affermò il grande filosofo liberale Karl #Popper.

La questione Fedez sta proprio tutta qui: il rispetto delle leggi. La RAI non è una televisione privata. E’ la televisione pubblica. Come tale, è soggetta a leggi precise. Una di queste è che nessuno può utilizzare la RAI per esporre posizioni politiche e partitiche, senza un contesto che assicuri la par condicio ed il contraddittorio. E queste leggi le ha volute la sinistra al Governo.

Fedez non ha espresso posizioni artistiche.

Ha espresso posizioni politiche, e per di più in modo assolutamente aggressivo, denigrando forze politiche che rappresentano la maggioranza degli italiani.

E le ha espresse senza contraddittorio, in una trasmissione che è pagata integralmente dalla RAI, anche se chi la organizza non è la RAI e questa è una anomalia che dura da troppo tempo.

Fedez non può quindi reclamare la libertà di espressione dell’artista per giustificare la violazione sostanziale e formale delle regole della comunicazione politica in RAI, regole che addirittura valgono anche per le televisioni private.

Nessun cittadino è al di sopra della legge, e gli artisti non fanno eccezione.

Perché dovremmo permetterlo noi?

GiannaGancia