ERASMUS+

PROGRAMMA ERASMUS
Erasmus è l’ acronimo di European community action scheme for mobility of the university students e prende il suo nome dall’umanista e teologo Erasmo da Rotterdam, nato e vissuto nel XVII secolo. Il progetto nasce il 15 giugno del 1987 e avrebbe dato la possibilità a tutti i giovani studenti universitari di frequentare un periodo di studio in altro Stato membro dell’Unione, e che sarebbe poi stato legalmente riconosciuto dalla propria università. L’idea ebbe origine nel 1969, grazie intuizione di Sofia Corradi (pedagogista e consulente scientifico della Conferenza permanente dei rettori delle università) soprannominata “mamma Erasmus”. Nello stesso anno, Franco Biancheri, rappresentante e fondatore di AEGEE (Associazione studentesca) convinceva il presidente Mitterrand ad appoggiare la nascita di Erasmus. Nel 1987 la collaborazione tra AEGEE e la COMMISSIONE EU permise l’approvazione del Programma.
ERASMUS PLUS
Nel 2014 nasce Erasmus +, il cui obiettivo sarà quello di combinare tutti i programmi già in atto nei vari ambiti dell’ istruzione, formazione, gioventù, adulti e sport. Di seguito alcuni dei programmi:
1) P.Erasmus placement: permette ai giovani che stanno seguendo un percorso di laurea, di frequentare un tirocinio presso imprese o centri di formazione e ricerca.
2) P.Erasmus mundus: rivolto a studenti,docenti e ricercatori. Prevede un periodo in un Paese straniero oppure la frequentazione di un dottorato o master congiunto all’estero.
3) P.Jean Monet, attività collegata agli studi per l’UE
4) Beneficiari: Allargare sempre di più la fascia di giovani da raggiungere, ma cercando di tenere conto delle persone di fascia più debole.
5) Relazioni: Cercare di costruire relazioni, non solo all’interno dello spazio europeo, ma anche oltre i confini e con il resto del mondo.
6) Ambiti di studio: Energie rinnovabili, competenze Green, ingegneria, innovazione digitale, ambiente, per citarne alcuni.
7) Enti EU: La creazione di scuole, università ed enti europei di eccellenza come le Teacher Academy Erasmus.
SITUAZIONE ATTUALE
Erasmus plus si inserisce in un contesto socio economico che vede quasi 60 milioni di giovani disoccupati, con paesi che superano il 50% ma, si registrano anche 2milioni di posti vacanti, e un terzo dei quali, dove i datori di lavoro lamentano la difficoltà ad assumere personale con le qualifiche richieste. Si tratta, quindi, di un enorme e grave deficit di competenze all’interno dello spazio europeo. Da una parte, appunto la disoccupazione crescente, ma dall’altra la mancanza di formazione e abilità necessarie e al passo coi tempi , di cui le imprese hanno bisogno.
L’UNIONE EUROPEA RISPONDE
L’Unione cerca di far fronte a questo grave deficit con programmi di studio più mirati ed in particolare cerca di migliorare i metodi di apprendimento, lavorando sulla professionalità del corpo docente, ma anche degli animatori più giovani.
Si lavora per una maggiore cooperazione tra mondo dell’istruzione, formazione e mondo del lavoro, non a caso molti di questi programmi incentivano l’innovazione e lo spirito imprenditoriale.
Per quanto concerne lo sport si occupa in particolare di progetti transnazionali, ed è soprattutto volto a sostenere quello amatoriale.
ERASMUS PLUS E GLI OBIETTIVI
1) la conoscenza: per rispondere alle sfide globali e guidare la competitività, mantenendo l’equità sociale. Si ritiene necessaria la mobilità da uno stato all’altro per far conoscere le altre culture e imparare nuove lingue.
2) L’appartenenza all’Unione Europea, un continente con una forte identità europea, a partire dal suo patrimonio culturale e le sue diversità.
3) il senso di Cittadinanza UE
4) aumentare il numero dei beneficiari, e soprattutto quello di raggiugere le persone di fascia più debole.
5) Costruire relazioni più forti con il resto del mondo.
6) promuore ambiti di studio come le energie rinnovabili, competenze Green, ingegneria, innovazione digitale.
7) creazione di enti universitari di eccellenza come le Teacher Academy Erasmus.
INVESTIMENTO
Il programma prevede un grosso investimento crescente nelle varie programmazioni. In quella appena conclusa 2014/2020 con 14,7 miliardi, mentre in quella appena partita 2019/ 2027 con un investimento, addirittura raddoppiato, con 26 miliardi di euro.
Si tratta di un investimento molto importante all’interno del Bilancio UE, un investimento che verrà affiancato ad un altro importante strumento economico: il piano di rilancio Next generation.
COME FUNZIONA IN ITALIA?
Erasmus plus in Italia è l’ agenzia nazionale che opera con il coordinamento della Commissione, DG istruzione e cultura e del MIUR, in collaborazione con le agenzie nazionali dei 33 paesi. Comprende anche l’ università della formazione artistica, musicale e scuole superiori per mediatori linguistici.
La sede è a Firenze con distaccamento a Roma.
PAESI ADERENTI AL PROGRAMMA
Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo.
Approfondimenti: